Iscrizione newletter

Offerta del lembo Oropa

 

 

OROPA 2020

IL MANTO CHE CI AVVOLGE

Ogni 100 anni, dal 1620 al Santuario di Oropa avviene un rito affascinante e denso di significati: la comunità incorona la Vergine Maria, riconoscendola Regina, ma anche Madre e Donna. 

“Per questo Le doniamo una corona – spiega Don Michele Berchi, Rettore del Santuario di Oropa – Una corona fatta di figli. Figli di una Regina che ci è madre. Il nostro desiderio è che tutti coloro che sono affezionati ad Oropa, si riconoscano in questo gesto: donarle il nostro sincero desiderio di conversione, donarle noi stessi. Questa si sarà una preziosa corona che la Madonna indosserà volentieri.”

Sul tema della Corona di Oropa torneremo in un prossimo numero, ora ci preme avvicinarci ad una delle molte iniziative spirituali promosse dal Santuario, in vista del 2020: Il Manto della Misericordia.

Un’iniziativa davvero suggestiva: ai devoti è chiesto di inviare dei lembi di stoffa 10 x 15, tratti da abiti o tessuti ritenuti significativi, che poi le suore benedettine del Monastero di Orta ridurranno e confezioneranno, realizzando un grande Manto che avvolgerà la Vergine d’Oropa durante la V incoronazione.

“Nella storia dell’arte – spiega Alessandra Alberto, ideatrice del progetto – il manto della Madonna è un simbolo di protezione che unisce tutto il popolo”.

Quel manto non sarà né bello né brutto! Sarà… noi, così come siamo – spiegano Don Michele Berchi e Alessandra Alberto –   Sarà un manto che esprimerà il desiderio di ricucire le divisioni; che sarà povero di materiale ma ricco di lavoro; che rappresenterà il nostro desiderio di essere vicino a Lei, anzi di poterLe stare addosso perché ci porti con Lei a Suo Figlio. Un manto che sarà segno della protezione che ciascuno ed insieme imploriamo per noi e per le persone che ci sono care”.

→ Ampio Servizio Fotografico su ArtiSacreNews 1 Ottobre 2019

Ad oggi sono oltre 3000 i ritagli pervenuti al Santuario e sono commoventi le preghiere, le storie allegate alle stesse. È il Rettore che ce ne svela alcune:

«Questo pezzo di divisa lavorativa mi riporta al frastuono assordante della sala tessitura, alla fatica per ottenere di che vivere: a te o Madre santissima che tessi e intrecci le mie vicende quotidiane nel silenzio ottienimi un santo vestito con cui presentarmi a te in cielo.»

«Cara Mamma Celeste si avvicina l’ora di tornare a “casa” aiutami in questi ultimi faticosi passi, e benedici e dona la pace ai miei cari»

«Mia figlia si è sposata il nel 2015, con grande gioia nel 2016 le è nata la prima figlia e nel 2018 è nata la seconda. Verso la fine di agosto si accorge di un nodulo al seno, dopo gli accertamenti la diagnosi: “carcinoma”. Adesso sta facendo la chemioterapia per ridurlo poi a marzo verrà operata. Siamo nelle mani di Dio. Unisco un pezzo del vestito da sposa che le ho fatto io e le mie lacrime di mamma con la speranza che riesca a crescere le sue bambine. Grazie»

«Sono una nonna di 80 anni, questo è un pezzo del lenzuolino del mio bimbo che dopo 3 giorni volò in cielo fra gli angeli. Per me è prezioso ma te ne faccio dono, o Madonna di Oropa, per il tuo manto.»

«Rappresenta la fatica del nostro Papà durante le ore di lavoro nel turno di notte per mantenere dignitosamente e con amore la sua Famiglia.»

«Sono un bambino adottato che grazie al Tuo aiuto e alla preghiera continua, ho trovato il mio equilibrio a scuola con i compagni e professori.»

«Era alla soglia del non ritorno e Tu l’hai aiutato, ora il suo cuore batte grazie al dono di chi è volato in cielo: aiuta questo cuore a battere per tutta la sua vita. Un grazie da lui, volgi il tuo sguardo anche a chi opera, medici, anestesisti, infermieri, sono Angeli.»

«Rappresenta una parte della vita di mio figlio, fatta di sudore e sacrifico senza ottenere nulla. Penso che questo lo abbia fatto diventare aggressivo ed egoista. Ora che ha 20 anni lo affido a te perché tu possa illuminarlo, aprirgli il cuore alla fede cristiana e proteggerlo nel suo cammino, affinché raggiunga il suo sogno. Una mamma.»

«È stato indossato per l’ultima volta da mia figlia prima di volare in cielo all’età di 11 anni.»

È uno squarcio d’anime quello che ci svela don Berchi, che aggiunge: “Desideriamo che nessuno sia escluso dall’abbraccio della Regina della Misericordia.  Tutti possiamo rifugiarci sotto il manto di Maria: vogliamo che tutti possano dire «ci sono anch’io! ci sei anche tu!»

 

 

DONIAMO UN PEZZO DI STOFFA CHE CI È PARTICOLARMENTE CARO: CREIAMO INSIEME IL MANTO DELLA MADONNA DI OROPA COME SEGNO DELLA SUA PROTEZIONE PER CIASCUNO DI NOI

Istruzioni per chi desidera donare un pezzo di stoffa:

Formato: la stoffa dovrà essere del formato 10 x 15 cm. Il tessuto verrà poi ritagliato in tesserine dal formato più piccolo.

Materiale: la stoffa non deve essere troppo pesante o troppo leggera. Si consigliano tessuti fermi, non elasticizzati, come camicie, lenzuola, jeans… Non vanno bene tessuti in jersey, maglieria in genere, t-shirt o cappotti.

Modalità di consegna fino all’8 dicembre 2019:

  • si potranno consegnare i tessuti presso il Santuario di Oropa – Ufficio Offerte, chiostro della Basilica Antica. Tel. 015 25551222
  • Oppure spedirli a: Rettore, Via Santuario di Oropa 480, 13900 Biella

Ogni tessuto deve essere accompagnato dal nome del donatore e, per chi desidera, da un pensiero che spieghi il significato di quel pezzo di stoffa.